interessi legali

Interessi legali: funzione e decorrenza

Gli interessi legali possono essere definiti come la misura legale degli interessi che, per l’appunto, sono calcolati sulla base di un tasso che è determinato dalla legge.

Il concetto di “interessi” è uno dei più controversi del diritto.

Sinteticamente, potremmo dire che, per quanto qui interessa, gli interessi possono avere due distinte funzioni:

  • Interessi corrispettivi, ossia gli interessi che costituiscono i frutti civili per il godimento di una somma di denaro. Basti pensare ad un mutuo bancario: un istituto di credito concede, in prestito, una somma di denaro (es. per acquistare una casa) ed in cambio viene remunerata attraverso gli interessi. Il concetto è molto semplice, se chiedo un mutuo per 200.000 euro, sono certo che alla scadenza finale (salvo estinzione anticipata del mutuo) pagherò una somma ben superiore. Quella differenza, oltre che dalle eventuali spese addebitate per apertura pratica ecc., è sostanzialmente coincidente con il decorso degli interessi. In questo caso, il tasso di interesse si definisce convenzionale, perché determinato sulla base dell’accordo delle parti.
  • Interessi moratori, invece, possono essere definiti come gli interessi che rappresentano il risarcimento dei danni derivanti dall’inadempimento di una obbligazione pecuniaria. In altre parole, il debitore tenuto al pagamento di una somma di denaro viene “sanzionato” in caso di mancato pagamento nei termini, attraverso la decorrenza di questi interessi moratori. Affinché sorga l’obbligo del pagamento degli interessi moratori, tuttavia, è necessario che vi sia una formale costituzione in mora (o messa in mora), ad esempio, derivante dalla ricezione di una lettera di sollecito di pagamento.

A che cosa servono, quindi, gli interessi legali?

Gli interessi legali, come evidenziato sopra, hanno, nella maggior parte dei casi, la funzione di determinare la misura degli interessi moratori, quando non sia stata preventivamente effettuata dalle parti.

Attualmente, l’art. 1284 c.c., definisce il saggio degli interessi legali in misura pari allo 0,1 per cento in ragione d’anno. È, comunque, prevista la possibilità per il Ministro del tesoro di modificarne annualmente la misura, con proprio decreto, sulla base di alcuni parametri specifici.

Il calcolo degli interessi legali, tuttavia, è agevolato dalla disponibilità di numerose applicazioni gratuite in rete che vi provvedono, in modo estremamente semplice.

Inoltre, da quando si propone una domanda giudiziale (ossia quando si avvia una procedura giudiziaria di recupero crediti), se le Parti non hanno disposto diversamente, il saggio degli interessi legali è pari a quello previsto dalla legislazione speciale sul ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali.

In sintesi, in tutti i casi in cui le Parti non hanno espressamente convenuto per iscritto l’applicazione di interessi convenzionali, troveranno applicazione gli interessi legali.

Come richiedere gli interessi legali?

Abbiamo elaborato un modello di lettera di sollecito di pagamento che potrai generare, secondo le Tue esigenze, online, gratuitamente, e con pochi click. Clicca sul link sottostante per accedere all’applicazione.

Buon lavoro!

L’immagine del post è realizzata da kschneider2991

Summary
Author Rating
1star1star1star1star1star
Aggregate Rating
5 based on 2 votes
Product Name
Interessi legali
Price
EUR 0.00
Product Availability
Available in Stock
Roberto Alma

Roberto Alma

Avvocato in Roma. Si occupa di diritto commerciale, con particolare riferimento al diritto delle nuove tecnologie e della privacy. Ha una passione per l'informatica e la programmazione (Javascript, node e react).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *